Elba Fishing Blog
Pesca sportiva in mare e in acqua dolce. Tecniche, attrezzature, esperienze.

Hair Rig scorrevole

Ai più atten­ti sarà capi­ta­to di nota­re in qual­che arti­co­lo un hair irg ad aso­la, una sor­ta di “dop­pio capel­lo” per inten­der­ci. Vor­rei in que­sto bre­ve arti­co­lo spie­ga­re il per­ché del­la sua rea­liz­za­zio­ne e ovvia­men­te le moda­li­tà. Si trat­ta sostan­zial­men­te di un hair rig sen­za nodi: nes­sun nodo sul­la bait band e nes­sun nodo sul­l’a­mo (o meglio un clas­si­co kno­tless knot). Al di là di una più rapi­da rea­liz­za­zio­ne, alme­no dal mio pun­to di vista, que­sta tipo­lo­gia di rig ren­de rego­la­bi­le la lun­ghez­za del capel­lo con­sen­ten­do così di posi­zio­na­re la bait band a diver­sa distan­za dal­la cur­va­tu­ra del­l’a­mo. L’i­dea nasce sostan­zial­men­te da esi­gen­ze che per quan­to per­so­na­li potreb­be­ro comun­que esse­re comu­ni. Per vari moti­vi io non por­to mai con me mol­ti ter­mi­na­li già pron­ti e pre­fe­ri­sco, all’oc­cor­ren­za, rea­liz­zar­li sul posto. Più sono sem­pli­ci e ver­sa­ti­li meglio è. Da qui que­sta ver­sio­ne di hair rig che vi mostro pas­so dopo passo.

1. In pri­mo luo­go fac­cia­mo pas­sa­re uno di capi libe­ri del ter­mi­na­le attra­ver­so l’oc­chiel­lo del­l’a­mo da davan­ti ver­so dietro.

hair rig scorrevole

2. Sul­lo stes­so capo libe­ro andia­mo a infi­la­re la bait band.

hair rig scorrevole

3. Ades­so creia­mo un loop che tor­na ver­so l’oc­chiel­lo, un po’ come se faces­si­mo il clas­si­co nodo per gli ami a paletta.

hair rig scorrevole

4. Con l’al­tro capo libe­ro del ter­mi­na­le andia­mo inve­ce a rea­liz­za­re il kno­tless knot (nodo sen­sa nodo) copren­do con le spi­re il capo libe­ro del­l’a­so­la pre­ce­den­te (che risul­te­rà dun­que sot­to e a con­tat­to col gam­bo del­l’a­mo). Ter­mi­nia­mo il kno­tless knot facen­do pas­sa­re il filo attra­ver­so l’oc­chiel­lo, que­sta vol­ta dal die­tro vero avan­ti (ver­so la pun­ta dell’amo).

hair rig scorrevole

5. A que­sto pun­to pos­sia­mo rego­la­re la lun­ghez­za del­l’a­so­la agen­do sul suo capo libe­ro (tiran­do­lo indie­tro) fino ad otte­ne­re la lun­ghez­za mas­si­ma desi­de­ra­ta. Par­lia­mo di lun­ghez­za mas­si­ma poi­ché come vedre­mo sarà pos­si­bi­le accor­ciar­la suc­ces­si­va­men­te se lo riter­re­mo neces­sa­rio (se la fac­cia­mo già cor­ta non avreb­be senso).

hair rig scorrevole

6.  Taglian­do l’ec­ce­den­za abbia­mo terminato.

hair rig scorrevole

7. Met­tia­mo ades­so di voler pesca­re più cor­ti, con il boc­co­ne più vici­no alla cur­va­tu­ra: sarà suf­fi­cien­te tira­re il capo libe­ro del­l’a­so­la indie­tro di qual­che mil­li­me­tro (pote­te far­lo con le unghie o con le pin­ze) fino a ridur­re l’am­piez­za del­l’a­so­la alla misu­ra desi­de­ra­ta. Chia­ra­men­te pote­te ripri­sti­na­re la lun­ghez­za ori­gi­na­le in qual­sia­si momento.

hair rig scorrevole

Autore

Hai un domanda? Vuoi lasciare un commento? Scrivici ;-)